Hosting Linux, caratteristiche principali

Prima di decidere di affidare a un sistema il proprio sito, è opportuno conoscerlo meglio. Dunque, soffermiamoci su uno dei più apprezzati.

Se vi siete accostati da poco al “magico” mondo di Internet, così pieno di risorse per le attività commerciali in cerca di affermazione e altrettanto insidioso sul piano delle strategie e delle dotazioni (soprattutto per chi è digiuno della materia), bisogna che scegliate un hosting. Se rientrate appunto nella categoria dei neofiti, sappiate che l’hosting occorre a rendere visibili e facilmente localizzabili le vostre pagine sul web, che come già immaginerete è un mondo a parte, vastissimo. Qualora tale servizio sia installato su un server il cui sistema operativo è Linux, allora si parlerà di hosting Linux. Presso HML.it se ne intendono di questo argomento, sul quale andiamo a soffermarci nelle prossime righe.

I motivi di un successo

Perché Linux piace così tanto agli esperti nonché agli utenti che ne capiscono meno (ma si trovano subito bene con questo marchio)? Di sicuro uno dei motivi è da ricercare nel prezzo conveniente; tutti vogliono risparmiare, e se a un costo contenuto corrisponde una qualità elevata, è chiaro che la richiesta di un prodotto con simili caratteristiche è senza alcun dubbio destinata ad aumentare. Analizzando più a fondo, possiamo aggiungere che i webmasters apprezzano molto il fatto che l’hosting in questione non comporta nessun vincolo nelle azioni dirette. In altre parole, un programmatore (che nel caso specifico potremmo pure definire tecnicamente client) è in questo modo in grado di usare Linux liberamente e a piacimento per creare i contenuti che ha in mente.

Qualche altra informazione

Per approfondire, si può inoltre dire che l’hosting Linux – al pari, per la verità, dei suoi concorrenti più o meno prossimi – necessita di essere allacciato alla rete per erogare i suoi servizi tramite server e non è reperibile unicamente in formato software: ne esiste infatti una versione hardware. Qual è quella che fa per voi? Dipende dai vostri obiettivi e dalle vostre esigenze.

Le funzioni principali di un server

Fra le mansioni che un server è chiamato ad assolvere c’è quella di tenere sotto controllo la composizione e gli equilibri del vostro sito. La sicurezza dei testi e delle informazioni immessi è prioritaria, perciò ciascun accesso viene monitorato, negando o concedendo l’autorizzazione ad apportare eventuali modifiche. Un apparato comunicativo indipendente creato ad hoc permette la gestione di un protocollo che consentirà al client di essere costantemente (e in un certo senso esclusivamente) in contatto con il server.

Economicamente, c’è differenza

Comunque, è importante rimarcare che il genere di hosting in esame è globalmente meno caro, per dire, dell’housing: infatti qui abbiamo un computer che s’incarica di fare pure da server; rivolgersi a qualche società specializzata, al contrario, comporterebbe degli esborsi non indifferenti. 

Il pacchetto base

Un servizio di hosting che si rispetti deve offrire una serie di vantaggi inclusi nella spesa, e non come accessori speciali. Una casella di posta elettronica, innanzitutto, comprensiva di un filtro antispam che vi eviti di ripulirla continuamente dai messaggi indesiderati. Poi, con tutte le minacce informatiche che purtroppo ci sono in giro, di un efficace antivirus oggi non si può fare certo a meno. Non è tutto: la tendenza, per essere competitivi sul mercato, è quella di inserire anche degli strumenti indubbiamente utili per gestire le componenti del vostro website.

Cosa si può trovare in più

Fermo restando che nel caso della costruzione di un sito Internet non stiamo parlando di elementi ai quali sarebbe facile rinunciare, ci sono dei surplus che potrebbero tornarvi realmente utili e ai quali ci siamo indirettamente riferiti più sopra. Il file manager, per esempio, per amministrare agevolmente i testi e le immagini. A seguire, è possibile sommare alcuni prototipi idonei al settore di vostra competenza, oltre al file transfer protocol (altrimenti detto ftp), ottimo per rendere più fluide le operazioni all’interno della vostra “creatura”. Per finire, segnaliamo l’esistenza dei contatori, ovvero quegli indicatori che vi consentono di comprendere meglio e tempestivamente di quali e quanti accessi gode il sito (dandovi modo, di conseguenza, di capire se ci sono punti deboli e, in proporzione, margini di intervento per migliorare la situazione). Inoltre, grazie ai forum e alla popolarità di Linux, quando vi imbattete in qualche intoppo avrete la possibilità di consultare gli altri utenti nel mondo (qualcuno avrà sicuramente avuto la vostra stessa difficoltà in precedenza).

Avevate già incontrato Linux sul vostro cammino informatico?

Comments

comments