Archivio dell'autore: admin

Guida traghetti per Olbia: come raggiungere velocemente la Sardegna

Olbia, il secondo comune sardo per estensione, dopo Sassari, è dotata di numerose infrastrutture finalizzate all’attività turistica, di cui è infatti uno dei poli più importanti della Sardegna. Da Olbia si possono raggiungere facilmente e velocemente località turistiche note in tutto il mondo, come Porto Rotondo e Portisco, giusto per fare un esempio. Il porto Isola Bianca, infatti, è il primo in Italia per traffico passeggeri a medio e lungo raggio ed è raggiungibile da Civitavecchia, Genova, Livorno e Piombino grazie ai servizi delle principali compagnie di navigazione presenti nel nostro paese. Il porto di Olbia è collegato alla città con un tunnel e da una serie di strade sopraelevate. Il vicino aeroporto, chiamato Olbia-Costa Smeralda, è uno dei più moderni e meglio attrezzati aeroporti in Italia. La sua torre di controllo è, infatti, la terza, a livello nazionale, per modernità, grandezza e tasso tecnologico. Con la nostra guida traghetti per Olbia spiegheremo come raggiungere velocemente la Sardegna e quali sono gli orari di partenza dei traghetti.

Tirrenia

Tirrenia effettua traversate per Olbia da Civitavecchia, Genova e Arbatax.

  1. Civitavecchia
    I traghetti per Olbia partono dal comune laziale ogni sera alle 22:30 e la durata della traversata è di circa 7 ore. Per raggiungere il comune sardo Tirrenia utilizza le navi Amsicora, Athara, Janas e Moby Tommy.
  2. Genova
    La partenza del traghetto per Olbia da Genova è ogni sera alle 20:30. Durante il periodo estivo la durata della traversata è di circa 10 ore, che diventano 12 durante il periodo invernale.
  3. Arbatax
    In sole quattro ore e mezza circa il traghetto Tirrenia collega Arbatax ad Olbia. Gli orari di partenza variano a seconda del periodo dell’anno.

Moby Lines

Moby Lines effettua numerose tratte di collegamento alla Sardegna e, limitatamente ad Olbia, mette a disposizione i suoi traghetti con partenze da Genova, Livorno, Piombino e Civitavecchia. A differenza di altre compagnie Moby Lines effettua traversate per la Sardegna durante tutto l’anno e non solo nel corso della stagione estiva. I servizi offerti a bordo sono tanti e diversificati sulla base delle esigenze di ognuno. Innanzitutto è presente un’offerta promozionale che prevede uno sconto sul prezzo del biglietto per cittadini nati o residenti in Sardegna. È possibile prenotare una cabina anche durante le traversate diurne, per chi desidera il massimo comfort. Per i tanti che raggiungono la Sardegna in moto Moby Lines offre uno sconto promozionale in diversi periodi dell’anno. Chi utilizza il camper o la roulotte può approfittare dell’opzione Camping on Board, che dà la possibilità di campeggiare direttamente sul traghetto evitando di prenotare una cabina. Per i bambini sotto i 12 anni il pacchetto Camping on Board prevede uno sconto del 100%. Il servizio è attivo da aprile a settembre.

Grimaldi

Il collegamento con Olbia avviene dai porti di Livorno e Civitavecchia e viene messo a disposizione dei clienti anche un pacchetto all-inclusive traghetto + hotel. I traghetti Grimaldi per Olbia permettono di raggiungere la Sardegna, con partenza da Livorno, con 2 tratte giornaliere, tutti i giorni della settimana. Le partenze sono alle 10:00 e alle 21:30. Da Civitavecchia è invece disponibile una sola tratta giornaliera ogni sera alle 22:45.

Guida offerta da NetFerry Traghetti
Via del Mare, 26 -72100 BRINDISI
Tel. +39.0831.564257 – fax +39.0831.223042
Per approfondimenti: http://www.netferry.it

Le nuove opportunità per organizzare un viaggio sicuro

Anche se il viaggio rappresenta una nuova avventura che dovrebbe portare in dote solo belle esperienze, nuove conoscenze e dolci momenti da racchiudere nello scrigno dei ricordi preziosi, i pericoli che si celano dietro una partenza sono infiniti. Dallo smarrimento bagagli agli infortuni, dalle malattie fino addirittura alla necessità di annullare il viaggio poche ore prima della partenza: gli inconvenienti e gli imprevisti che possono rovinare una vacanza sono molteplici. Proprio per questo motivo sempre più viaggiatori si stanno rivolgendo ad assicurazioni online per tutelarsi dai principali pericoli e rischi, garantendosi in questo modo un viaggio sereno e tranquillo, al riparo da qualsiasi evento inatteso e non preventivato.

La prima cosa da fare è richiedere un preventivo ad un’assicurazione viaggio online, compilando il form in ogni casella ed indicando le garanzie aggiuntive che si desidera selezionare in base alle proprie esigenze e necessità di viaggio. Utilizzando i siti comparatori potete avere un quadro completo delle varie compagnie assicuratrici, valutando quali sono le più convenienti anche in base alle tariffe ed ai servizi offerti. L’assicurazione annullamento viaggio e l’assicurazione sanitaria viaggio all’estero rappresentano le polizze più richieste dai turisti, per poter viaggiare in totale tranquillità tutelandosi da ogni imprevisto che possa capitare.

L’assicurazione annullamento viaggio è una polizza che può risultare vitale nel caso in cui, per un infortunio, una malattia o qualsiasi altro evento sfortunato siate costretti ad annullare il viaggio. Si tratta di un’evenienza difficile ma non improbabile, considerando che in media viene annullato 1 viaggio su 20 per i più svariati motivi. In questo modo avrete l’opportunità di recuperare tutti i soldi dati in anticipo tra viaggio ed albergo, o almeno una parte. Di fondamentale importanza è anche l’assicurazione sanitaria viaggio, soprattutto quando si oltrepassano i confini nazionali, ed a maggior ragione quando si va negli Stati Uniti. Sottoscrivendo questa polizza assicurativa sarete coperti per tutte le spese e le cure mediche che potrebbero essere necessarie in caso di incidente, infortunio o malattia. Se siete abituati a viaggiare all’estero potete sottoscrivere garanzie per più trasferte, in questo modo avete l’opportunità di risparmiare un bel po’ di euro riducendo notevolmente i costi per un’assicurazione viaggio.

SONDAGGI REFERENDUM

A pochi giorni dal silenzio stampa che precederà il voto del 4 dicembre, l’attenzione degli schieramenti politici è tutta indirizzata ai sondaggi sul referendum costituzionale del 2016. Tanti i numeri e le percentuali che sono state divulgati in queste settimane, in un susseguirsi di fughe e di riprese tra il SI e il NO alla riforma.  Nella maggior parte dei casi i sondaggi sul referendum hanno riportato un vantaggio del No contro lo schieramento del SI, sebbene dalle ultime rilevazioni statistiche sembrerebbe che il divario tra le due posizioni si stia piano piano assottigliando. Gli ultimi sondaggi elettorali infatti mostrano una ripresa del SI, il quale avrebbe guadagnato un margine dello 0,5 % rispetto al NO. Tuttavia ciò che più preoccupa e interessa è che nell’ultimo sondaggio politico-elettorale   risulta che quasi l’80% degli italiani è disinformato sulla riforma costituzionale promossa dal ministro Boschi. Volendo quindi per un attimo mettere da parte i sondaggi sul referendum del 4 dicembre, in ogni momento consultabili al sito sondaggireferendum.com , cerchiamo brevemente di capire cosa prevede la riforma della nostra Carta Fondamentale.

Senza dubbio, l’aspetto cardine della riforma costituzionale che il 4 dicembre chiamerà alle urne tutti gli italiani, concerne il superamento del cosiddetto bicameralismo perfetto: in sostanza cioè le due camere, dei deputati e del senato, non esisteranno più per come noi fino ad oggi le abbiamo conosciute e per come sono state previste dalla nostro costituzione datata 1942. La riforma infatti prevede una modifica strutturale e del nostro Parlamento e della funzione legislativa, cosi per come essa viene descritta all’art 70 della costituzione. Se dovesse vincere lo schieramento del SI, la camera dei deputati, camera ad elezione diretta tramite suffragio universale diretto, diverrebbe protagonista quasi esclusiva della funzione legislativa, dividendo tale ruolo con il Senato solo per materie e casi ristretti, ben definiti dal nuovo testo dell’art 70. Questo nuovo Senato verrebbe in essere come una camera ad elezione indiretta la cui composizione si verrebbe a modificare periodicamente e parzialmente essendo costituita da consiglieri regionali e sindaci. Le eventuali leggi approvate dalla nuova Camera dei deputati sarebbero immediatamente trasmesse al nuovo senato, al quale è riconosciuta la possibilità di proporre modifiche la cui accettazione è tuttavia subordinata al consenso della camera dei deputati stessa. I tempi del procedimento legislativo dovrebbero risultare più brevi, essendo ogni singola fase scandita da tempistiche determinate. Compito del senato sarebbe quello di garantire una maggiore partecipazione della rappresentanza territoriale nelle decisioni statali, costituendo un anello di congiunzione tra lo stato e le realtà territoriali del paese.

Accanto a quanto nuovo impianto strutturale del Parlamento, la riforma prevede inoltre l’eliminazione delle provincie e l’abolizione dello CNEL, cioè del consiglio nazionale dell’economia e del lavoro, la cui funzione ( oltre quella di esprimere pareri su richiesta del Governo, delle camere o delle regioni)  è, ad oggi,  anche quella di promuovere iniziative legislative in campo economico e sociale, fatta eccezione per ciò che concerne la legge di bilancio, le leggi in materia tributaria e giustappunto le leggi costituzionali.

Hosting Linux, caratteristiche principali

Prima di decidere di affidare a un sistema il proprio sito, è opportuno conoscerlo meglio. Dunque, soffermiamoci su uno dei più apprezzati.

Se vi siete accostati da poco al “magico” mondo di Internet, così pieno di risorse per le attività commerciali in cerca di affermazione e altrettanto insidioso sul piano delle strategie e delle dotazioni (soprattutto per chi è digiuno della materia), bisogna che scegliate un hosting. Se rientrate appunto nella categoria dei neofiti, sappiate che l’hosting occorre a rendere visibili e facilmente localizzabili le vostre pagine sul web, che come già immaginerete è un mondo a parte, vastissimo. Qualora tale servizio sia installato su un server il cui sistema operativo è Linux, allora si parlerà di hosting Linux. Presso HML.it se ne intendono di questo argomento, sul quale andiamo a soffermarci nelle prossime righe.

I motivi di un successo

Perché Linux piace così tanto agli esperti nonché agli utenti che ne capiscono meno (ma si trovano subito bene con questo marchio)? Di sicuro uno dei motivi è da ricercare nel prezzo conveniente; tutti vogliono risparmiare, e se a un costo contenuto corrisponde una qualità elevata, è chiaro che la richiesta di un prodotto con simili caratteristiche è senza alcun dubbio destinata ad aumentare. Analizzando più a fondo, possiamo aggiungere che i webmasters apprezzano molto il fatto che l’hosting in questione non comporta nessun vincolo nelle azioni dirette. In altre parole, un programmatore (che nel caso specifico potremmo pure definire tecnicamente client) è in questo modo in grado di usare Linux liberamente e a piacimento per creare i contenuti che ha in mente.

Qualche altra informazione

Per approfondire, si può inoltre dire che l’hosting Linux – al pari, per la verità, dei suoi concorrenti più o meno prossimi – necessita di essere allacciato alla rete per erogare i suoi servizi tramite server e non è reperibile unicamente in formato software: ne esiste infatti una versione hardware. Qual è quella che fa per voi? Dipende dai vostri obiettivi e dalle vostre esigenze.

Le funzioni principali di un server

Fra le mansioni che un server è chiamato ad assolvere c’è quella di tenere sotto controllo la composizione e gli equilibri del vostro sito. La sicurezza dei testi e delle informazioni immessi è prioritaria, perciò ciascun accesso viene monitorato, negando o concedendo l’autorizzazione ad apportare eventuali modifiche. Un apparato comunicativo indipendente creato ad hoc permette la gestione di un protocollo che consentirà al client di essere costantemente (e in un certo senso esclusivamente) in contatto con il server.

Economicamente, c’è differenza

Comunque, è importante rimarcare che il genere di hosting in esame è globalmente meno caro, per dire, dell’housing: infatti qui abbiamo un computer che s’incarica di fare pure da server; rivolgersi a qualche società specializzata, al contrario, comporterebbe degli esborsi non indifferenti. 

Il pacchetto base

Un servizio di hosting che si rispetti deve offrire una serie di vantaggi inclusi nella spesa, e non come accessori speciali. Una casella di posta elettronica, innanzitutto, comprensiva di un filtro antispam che vi eviti di ripulirla continuamente dai messaggi indesiderati. Poi, con tutte le minacce informatiche che purtroppo ci sono in giro, di un efficace antivirus oggi non si può fare certo a meno. Non è tutto: la tendenza, per essere competitivi sul mercato, è quella di inserire anche degli strumenti indubbiamente utili per gestire le componenti del vostro website.

Cosa si può trovare in più

Fermo restando che nel caso della costruzione di un sito Internet non stiamo parlando di elementi ai quali sarebbe facile rinunciare, ci sono dei surplus che potrebbero tornarvi realmente utili e ai quali ci siamo indirettamente riferiti più sopra. Il file manager, per esempio, per amministrare agevolmente i testi e le immagini. A seguire, è possibile sommare alcuni prototipi idonei al settore di vostra competenza, oltre al file transfer protocol (altrimenti detto ftp), ottimo per rendere più fluide le operazioni all’interno della vostra “creatura”. Per finire, segnaliamo l’esistenza dei contatori, ovvero quegli indicatori che vi consentono di comprendere meglio e tempestivamente di quali e quanti accessi gode il sito (dandovi modo, di conseguenza, di capire se ci sono punti deboli e, in proporzione, margini di intervento per migliorare la situazione). Inoltre, grazie ai forum e alla popolarità di Linux, quando vi imbattete in qualche intoppo avrete la possibilità di consultare gli altri utenti nel mondo (qualcuno avrà sicuramente avuto la vostra stessa difficoltà in precedenza).

Avevate già incontrato Linux sul vostro cammino informatico?

Come sfruttare la tecnologia in viaggio con i più moderni dispositivi

Vi è mai capitato che lo smartphone con il navigatore si scaricasse proprio al momento topico al bivio decisivo? Per questo motivo è opportuno portare sempre con sé un caricatore per smartphone alimentabile in auto, in modo da non restare soli nel momento del bisogno! Questo è solo uno dei tanti aiuti che la tecnologia può fornire per organizzare nel migliore dei modi i propri viaggi. Tra le app per non perdersi mai in auto in città che non conoscete, una delle più conosciute ed utilizzate è Google Maps, che si può usare anche se camminate a piedi. Molto apprezzata anche Here, disponibile per iOS, Android e Windows, che offre le cartine di centri commerciali, aeroporti e le mappe principali dei mezzi pubblici. Per gli amanti dell’avventura è consigliabile OpenStreetMap, che comprende diversi percorsi pedonali, tra cui anche sentieri e strade di campagna.

Se desiderate avere una fotocamera piccola, compatta, facile da portare, resistente agli urti e capace di funzionare anche sott’acqua la risposta migliore è una sola: Go Pro. Si tratta di un’action cam estremamente tecnologica e performante, capace di registrare video e di realizzare foto ad altissima definizione ed in qualsiasi situazione, anche quelle più estreme. Grazie ad un obiettivo grandangolare di 170 gradi di ampiezza, è possibile riprendere una gran parte del panorama. In questo modo potrete conservare i momenti più belli e significativi delle vostre vacanze, con i selfie più originali e avventurosi.

Per salvare tutte le foto, i video ed i selfie che raccontano il vostro viaggio, dovete procurarvi la migliore scheda SD per fotocamera. Sul mercato esistono numerosi modelli di schede, dovete scegliere quella che meglio si adatta alla vostra macchina fotografica. Una volta terminato il vostro viaggio, potete tranquillamente scaricare tutti i dati presenti sulla scheda SD sul vostro pc. In questo modo potete rivivere le vostre avventure rivedendo tutte le foto ed i video che avete realizzato, con la possibilità di condividerli con i vostri amici sui social network. Se avete intenzione di scattare diverse foto e video, vi consiglio allora di portarvi più di una scheda SD. Così facendo avrete l’opportunità di sostituirle man mano che si riempiono, avendo così sempre una scheda dove salvare i vostri scatti.

Visitare Tarvisio: un mini tour ecosostenibile

Utilizziamo la pedanteria, ripetendo concetti noti, in difesa della montagna, delle Alpi Giulie, delle Alpi Carniche, delle Dolomiti e di tutti i gioielli come Tarvisio e le valli limitrofe che perderanno il loro splendore e il loro valore inestimabile se non verranno adeguatamente protetti effettuando vacanze ecosostenibili. Allora potrebbe avvenire che dovremo accontentarci di ricordare le cime del Jof, del Lussari, del Forno, del Mangart, “le distese azzurre”dei Laghi di Fusine, di Cavazzo, del Predil, le forre cupe dell’Orrido dello Slizza e del Torrente Venzonassa, guardando le loro immagini nelle cartoline.

Resisteremo senza i sapori dei tradizionali cibi friulani? Riusciremo a dimenticare il “nostro locale” accuratamente scelto fra i numerosi bed and breakfast a Tarvisio per il Cenone di Natale di quel fantastico anno ormai trascorso? Chi potrà restituirci la destination wedding delle nozze esclusive con panorama alpino a perdifiato? Chi ci ridarà i romantici “sentieri delle leggende antiche” e l’atmosfera fin de siècle delle Terme di Bled?

Cerchiamo di riflettere su queste domande dedicando loro almeno un minuto della nostra vacanza alla scoperta di Tarvisio e delle sue meraviglie, affinché non accada di perderne alcuna per trascuratezza o sbadataggine. Organizzare mini tour ecosostenibili nel Tarvisiano, in Friuli Venezia Giulia così come in ogni parte del mondo, potrà dventare un’attività non solo utile per la nostra salute e per quella del territorio, ma assai divertente e spassosa.

Cibi e bevande consigliati per il minitour piacevole ed ecosostenibile “Visitare Tarvisio” da gustare soli o in compagnia presso i bed and breakfast, nelle baite, nelle malghe, nei ristoranti, negli hotel “dovunque voi vogliate”, e nei prati, saranno: Cubana delle Valli del Natisone, Prosciutto di San Daniele, Fricò, Strucchi, Grappa Friulana, vin brulè, tè caldo, cioccolato caldo, tisane, ecc…Intanto brindiamo con un flûte di Superwhites a tutti i prodotti friulani, nessuno escluso, augurando a Tarvisio salute e prosperità per le feste imminenti.

Come mettere ko i ladri per una vacanza sicuri

I ladri di appartamento purtroppo non riposano mai, e così mentre noi lavoriamo e ci godiamo una meritata vacanza, loro sono in piena attività e magari mettono nel mirino proprio la nostra casa. Per mettere definitivamente i ladri ko ci siamo affidati ai consigli di esperti in fatto di sicurezza: la ditta Gioma srl, che si occupa di portoncini blindati Trieste e provincia. Per prima cosa fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio, quindi se state per partire non ditelo a nessuno se non ad amici e familiari più stretti, evitando di pubblicizzare il vostro viaggio sui social network. A volte capita di ritrovarci tra i contatti persone che neanche conosciamo.

Nei condomini la soluzione ideale è una porta blindata, oppure delle inferriate presso balconi e finestre soprattutto se abitate ai primi piani. Se invece abitate in una villetta, cercate innanzitutto di non apporre ostacoli nei pressi dell’ingresso di casa, come tende da sole o altre coperture. Allo stesso modo il portone deve essere bene illuminato, quindi procedete all’installazione di luci e faretti, oppure richiedete al vostro comune l’installazione di un palo della luce. In questo modo il ladro sarà visibile agli occhi dei vicini o dei passanti, e non potrà agire in maniera indisturbata.

Per la sicurezza della casa e la tutela della propria privacy si stanno sviluppando diversi sistemi di allarme. I più comuni sono quelli sonori, ma ci sono anche quelli perimetrali, basati su una tecnologia a raggi infrarossi, disponibili anche in modalità wireless, capaci di percepire la presenza di eventuali topi di appartamento. Della serie prevenire è meglio che curare! Ci sono poi gli innovativi sistemi di allarme domotici, che si possono regolare e attivare a distanza, che avvisano eventuali presenze non desiderate anche quando siete lontani da casa. Infine portate sempre le chiavi con voi, e non nascondetele sotto il tappetino, nei vasi o in luoghi piuttosto scontati.

Le mete predilette per il destination wedding

Il destination wedding è quella pratica per la quale una coppia straniera decide di sposarsi in Italia. Le mete predilette dai turisti pronti a unirsi in matrimonio nel nostro Paese sono molteplici, e non potrebbe che essere così, considerata la varietà di location e di città d’arte attraenti. I grandi classici sono, ovviamente, Roma e Firenze, veri e propri giacimenti di opere d’arte che offrono atmosfere uniche e irripetibili, ma non bisogna dimenticare il romantico clima di Venezia o la modernità di Milano. Chi preferisce osservare paesaggi straordinari può optare, invece, per il lago di Como, per le campagne della Toscana o per il lago di Garda. Amando il mare, le mete da prendere in considerazione fanno riferimento alla Costiera Amalfitana e alle Cinque Terre: insomma, a prescindere dai gusti, ogni porzione d’Italia si rivela un’ambientazione perfetta per un matrimonio.

In linea di massima, è un wedding planner professionista ad occuparsi dell’organizzazione della cerimonia e di tutti i suoi dettagli, ovviamente con la collaborazione dei futuri sposi: dalla gestione degli invitati alla scelta del fotografo di matrimonio, dalla prenotazione del ristorante all’acquisto di bouquet e mazzi di fiori, gli aspetti di cui ci si deve occupare sono molto più numerosi di quel che si possa immaginare.

Il destination wedding si dimostra, così, un’occasione interessante dal punto di vista economico per il turismo nostrano, mentre per le coppie più ricche è un’opportunità per viaggiare e farsi invidiare. In genere, sono soprattutto gli americani e i britannici a puntare su questa soluzione, ma il fenomeno sta prendendo piede anche in Russia. Certo, potrebbe non essere comodissimo viaggiare dall’altra parte del mondo solo per infilare la fede al dito del proprio partner, ma per il giorno più bello della propria vita ognuno ha diritto a sognare e ad amare quando, dove e come vuole.

Nuova Mazda 2 l’attesa è finita: presentata sul mercato

L’attesa in casa Mazda e di tutti gli appassionati della casa automobilistica di Hiroshima è finalmente terminato il 13 Febbraio 2016, giorno in cui è stata presentata ufficialmente la Mazda 2 al pubblico. Sede dell’appuntamento tutti i saloni d’Italia dove è era possibile prenotare anticipatamente per il “Taste Drive Day” la prova gratuita in qualunque concessionaria Mazda.

 

Grande attesa non solo per il modello specifico ma anche per la novità dell’inserimento, a completamento della gamma Mazda, del motore diesel a basse emissioni SKYACTIV-D 1.5L da 105 cavalli.

 

Ad un mese dall’uscito il modello nuovo Mazda già sta riscontrando parecchi feedback positivi. Commenti che già è possibile visionare in tantissimi siti di settore come ad esempio Tuttiautopezzi.it specializzato da anni nella vendita di pezzi di ricambio e accessori multimarche.

 

La presentazione è stata studiata nei minimi particolari secondo la risaputa e consolidata tradizione Giapponese che punta all’estrema educazione e ospitalità verso gli ospiti: per l’occasione è stato offerto tra le degustazioni anche un pregiato cioccolato fondente con lo spirito e il concetto che questo possa “accendere” il gusto del cliente al punto da approfittare ad approfondire le fasi successive che commercialmente prevedono il contatto fino all’acquisto dell’automobile.

 

Da qui il concept del “Taste Drive” che ha aperto il consolidato (visto l’uso delle occasioni di presentazione precedente) del SensActional Experience: un’esperienza dal forte impatto per il pubblico secondo un approccio che punta a far visionare allo spettatore e al cliente la vettura in una maniera del tutto nuova e diversa rispetto alla concorrenza.

 

Dietro a questo concept c’è appunto un “viaggio” del cliente che viene preso e letteralmente accompagnato da un assistente Mazda attraverso l’uso di un percorso unico, tutto basato su aspetti ed esperienze sensoriali, con l’obiettivo unico di far conoscere il veicolo estraendo da questo la percezione degli spazi e della qualità. Un gioco sensoriale di feeling per un attrazione a tatto e a pelle al contatto sensoriale con l’auto senza di fatto ancora poterla ammirare dal vivo fisicamente.

 

Come in un classico gioco a viso scoperto, il classico gioco dell’appuntamento al buio dove non è chiaro chi ci sia dall’altro lato della barricata o del tavolo.

 

Con questa scelta di percorso sensoriale, di fatto unico nel settore automobilistico, c’è lo scopo in casa Mazda di continuare verso una strada di unicità con il fine tra la varie di non considerare le scelte dei competitors che puntano per lo più a presentazioni standard senza di fatto nulla di diverso e innovativo.

 

Altro esempio in casa Mazda di uscita dagli schemi è indubbiamente la scelta di montare motori sempre più potenti e performanti senza tuttavia lasciare d’occhio l’obiettivo di mettere sul mercato dei veicoli con consumi non troppo elevati e dai consumi ed emissioni ridotte senza far perdere il piacere della guida dei clienti.

 

Il mezzo si presenta con una linea sportiva, accattivante ma anche adatta a famiglie con la nuova motorizzazione Diesel della Mazda 2 che sta già avendo parecchi ordini e che tanto piace al mercato italiano, grazie anche alle dotazioni di serie che rispettano i desideri dell’automobilista appassionato Mazda.

 

Le premesse per il successo delle vendite ci sono tutte: il tempo e mercato come sempre saranno la piazza e il giudice per la giusta sentenza.

Su Autodoc è possibile vedere un video tutorial sulla MAZDA 2.

Montepulciano: location matrimoni Toscana

Fra le morbide colline della Toscana, in provincia di Siena, si trova Montepulciano un antico borgo fortificato, tantissime sono le coppie che scelgono di sposarsi qui tra un antico maniero, una dolce fattoria idonea per un evento shabby chic o per un matrimonio tutto speciale.

 

Montepulciano ha una struttura tipicamente medioevale ed è composto da una parte alta che si inerpica su un crinale ed una più bassa. Il borgo conserva un sistema imponente di fortificazioni, costruite per volontà di Cosimo I e progettate da Antonio da Sangallo il vecchio, qui tra le antiche mura è possibile trovare interessanti pose sopratutto per un esperto fotografo matrimoni Toscana.

 

Il cuore di Montepulciano è Piazza Grande, dove troneggia il monumentale pozzo dei Grifi e dei leoni. In centro storico si può ammirare il Duomo, il Palazzo del Capitano e Palazzo Contucci, non di rado da queste parti capita di scorgere cortei di matrimoni affascinanti e particolari.

 

Poco distante si trova il Palazzo del Comune, costruito nel XIV secolo, caratterizzato da un’alta torre dalla quale si gode di una vista da sogno sul borgo e sulle campagne circostanti, location dove sempre più spesso si celebrano matrimoni in Toscana di coppie di stranieri.

 

Le antiche strade di Montepulciano sono un susseguirsi di costruzioni e palazzi nobiliari, edificati in varie epoche storiche. Meritano una visita la Chiesa del Gesù, la cui facciata è stata realizzata da Andrea Pozzo, ed il Tempio di San Biagio.

Presso la Torre di Pulcinella, che si trova in Piazza Michelozzo e riisale al XVI secolo, si può ammirare una preziosa immagine dell’antica maschera carnevalesca di Pulcinella. Nella stessa Piazza si può visitare la Chiesa di Sant’Agostino, edificata da Michelozzo.

Montepulciano è conosciuto in tutto il mondo per la bellezza del suo centro storico ma anche per la produzione vitivinicola e, in particolare, per il Vino nobile. Il Vino nobile, realizzato con uve Sangiovese, è un apprezzato rosso ben strutturato che viene tenuto nelle tipiche cantine del borgo, ossia in locali ricavati nella roccia.

Accanto alle storiche vigne, Montepulciano vanta un’importante produzione di olio extra vergine d’oliva e di miele.

Il territorio di Montepulciano è particolarmente attraente ed interessante anche perché è attraversato dall’antica Via Francigena che, attraverso la Val d’Elsa, conduce fino a Gambassi. Gambassi è un importante centro termale presso il quale si può organizzare una piacevole sosta benessere.