Causa di servizio: ecco tutti i benefici del suo riconoscimento

Tutti coloro che lavorano nella sicurezza, nei vigili del fuoco, nel soccorso pubblico, così come coloro che fanno parte del comparto difesa, hanno un ruolo di fondamentale importanza per i cittadini. Sono loro infatti che tutelano la salute e la sicurezza di tutti. Il loro è un ruolo però piuttosto pericoloso, è facile infatti incorrere in incidenti anche piuttosto gravi. Questi incidenti possono aggravare delle situazioni di salute preesistenti oppure dare vita a nuove lesioni o a vere e proprie infermità, siano esse temporanee oppure permanenti. Nel caso in cui sia riconosciuta la causa di servizio per queste lesioni ed infermità, i vantaggi a cui è possibile accedere sono numerosi. Andiamo a scoprirli insieme. È giusto sottolineare che il servizio può causare non solo lesioni e infermità, ma anche la morte. In questo caso i benefici che la causa di servizio comporta possono essere, almeno in parte, ottenuti dai familiari superstiti. 

Causa di servizio: tutti i vantaggi che comporta 

I vantaggi che la causa di servizio comporta sono davvero innumerevoli, vantaggi che consentono a coloro che hanno subito una lesione o un’infermità, o ai familiari superstiti, di continuare a vivere in modo decoroso e di avere soldi a sufficienza. Ecco elencati di seguito tutti questi benefici:

  • È possibile ottenere un equo indennizzo, una somma cioè di denaro extra rispetto allo stipendio che viene erogata sia in rapporto allo stipendio stesso che in base alla gravità della condizione. È importante ricordare però che questo equo indennizzo è più basso, mano mano che sale l’età del richiedente. 
  • Si ottiene il rimborso per le spese di cura e di degenza che è stato necessario sostenere. 
  • È possibile avere immediatamente accesso allo scatto stipendiale per invalidità di servizio.
  • È previsto il diritto alla retribuzione integrale per i periodi di malattia. Solo le indennità da lavoro straordinario non possono essere ottenute. 
  • Il richiedente può continuare a lavorare nello stesso identico ruolo, richiedendo però che gli siano date mansioni meno pesanti. 
  • Si ha diritto al transito ai ruoli civili. 
  • È possibile ottenere il riconoscimento dello status di “vittima del dovere” o di “soggetto equiparato alle vittime del dovere”.
  • Si può ottenere l’indennizzo privilegiato aeronautico, che consiste in un ulteriore beneficio economico.
  • È possibile ottenere il riconoscimento di ruolo d’onore, con la possibilità di avanzare fino a 4 gradi e di essere richiamati in servizio.
  • Si ha l’esenzione dal pagamento del ticket sanitario
  • Si accede ai diritti connessi alla L. 104/1992 come agevolazioni fiscali, permessi e congedi retribuiti, diritto al prepensionamento. 
  • Si ha l’esenzione dall’obbligo di reperibilità nel caso di visite fiscali. 
  • È possibile accedere facilmente a tutte le cure termali considerate utili per la propria condizione di salute. 

Causa di servizio, i benefici pensionistici

Oltre a tutti i benefici che abbiamo sopra elencato, è anche possibile avere accesso ad importanti benefici pensionistici. Prima di tutto è possibile ottenere una maggiorazione dell’anzianità di servizio, di 2 mesi per ogni anno di servizio, ma fino ad un massimo di 5 anni. Si ha insomma modo di andare in pensione prima del tempo, cosa questa di grande valore. Inoltre è possibile ottenere la pensione privilegiata, attribuita cioè senza considerare l’età del lavoratore e senza considerare gli anni di servizio effettuati. 

Come funziona la richiesta 

È molto importante ricordare che in molti casi non è affatto necessario richiedere il riconoscimento della causa di servizio, riconoscimento che viene effettuato in automatico infatti, d’ufficio, dall’amministrazione stessa. Questo, quando la correlazione tra il problema di salute e il servizio è certa. In caso contrario, è possibile ottenere il riconoscimento tramite domanda diretta da parte dell’interessato. Nel caso di morte, la domanda diretta invece può essere effettuata dai congiunti superstiti.

Comments

comments

Etichettato